naturopatia [approfondimenti]

Una sempre maggiore coscienza della relazione uomo – ambiente, e la focalizzazione della propria attenzione sulla salutogenesi, pone il consulente naturopatico scientifico a ricercare strumenti, che possano migliorare la qualità di vita del soggetto, a migliorare il rapporto con se stesso e con gli altri, e renderlo edotto sulle sue risorse interiori e la sua capacità di relazione con l’ambiente. Il naturopata, considera l’uomo non la malattia o lo squilibrio, e ogni persona, sarà un nuovo mondo, un individuo con il quale instaurare un rapporto empatico e di comunicazione profonda, per il benessere della persona stessa.

L’iter naturopatico, non viene considerato un processo passivo, ma un procedimento attivo , nel quale l’individuo viene responsabilizzato ed educato al mantenimento del proprio equilibrio a tutti i livelli.

La psicobiologia è alla base delle scienze naturopatiche, proprio per comprendere al meglio, l’enorme complessità delle azioni umane; in sinergia con l’etologia studia il comportamento umano, per chiarire i meccanismi fisiologici che sono alla base di un dato atteggiamento e l’origine dello stesso.

Le scienze naturopatiche operano per garantire una migliore qualità della vita, attraverso l’osservazione del comportamento, e l’elemento biologico, genetico e ambientale.